Archivi categoria: libri

Un bel libro: Tecnologie di genere. Teoria, usi e pratiche di donne nella rete

Libro nuovissimo, appena uscito per la Bononia University Press (si può ordinare online al sito della casa editrice, seguendo questo link:  curato da Cristina Demaria e Patrizia Violi, si proprio lei, il nostro nume tutelare…

Oltre a  tutti gli interessanti saggi che lo compongono su vari argomenti, indicati dal titolo, tra i quali un intervento di Marzia Vaccari “Tecnologia neutra ma non neutrale” e di Federica Fabbiani “La frontiera di genere dell’egovernement”, per citare due “facce conosciute”, e il bel saggio di Patrizia Violi sui blog e l’uso che ne fanno le donne, segnalo anche l’intervento di Antonella Mascio, “Voci di donne nelle comunità virtuali”, in cui recensisce e analizza quattro blog al femminile, tutti diversi tra loro, tra i quali anche questo, il Blog della rete Lilith.

Sul Serverdonne qui il video della presentazione del libro

Annunci

Autoritratto di gruppo, nuova edizione

Esce, sempre per Giunti, una nuova edizione di Autoritratto di gruppo, storico libro di Luisa Passerini sul ’68, edito la prima volta venti anni fa, nel 1988.

Questa edizione è arricchita dall’aggiunta di una postfazione dell’autrice e di altri due storici, Emmanuel Betta ed Enrica Capussotti.

Domani, 18 aprile, alle 17,30, verrà presentata a Genova, nella sala di rappresentanza di Palazzo Tursi, sede del Municipio.

Parteciperanno all’incontro due giornalisti, Silvia Neonato e Albero Leiss, una docente di economia politica , Valeria Ottonello, e Simona Bondanza, responsabile dell’associazione che ha organizzato l’evento.

Sto leggendo il nuovo contributo di Luisa e degli altri, come sempre estremamente interessante per tutte/i che hanno a cuore la storia del nostro passato ormai non recentissimo, che ha determinato in modo così decisivo le nostre vite.

Gli strumenti della interpretazione storica, usati al loro massimo da Luisa riescono a fare un po’ d’ordine nel conflitto di interpretazioni che hanno annebbiato la memoria e la storia del ’68. Suggeriscono anche altre letture, specie di opere letterarie e di film, che possono fornire punti di vista o emozioni rimosse o obliate. Non fatevi mancare questa libro. Ora più che mai, abbiamo bisogno di chi riesce a ragionare sul passato, con passione e intelligenza, per gettare qualche luce anche sul presente, o sul futuro.

P.S. Venti anni fa ho presentato la prima edizione di Autoritratto di gruppo nella mia libreria, una piccola libreria “di tendenza” nel centro storico di Genova, che faceva molti più incontri culturali che affari. E infatti, poi dovetti chiuderla. Ma mi ricordo quel giorno come fosse oggi…è una ragione  personale per amare molto questo libro – così come ho amato molto la mia libreria…

Libri, e ancora libri per tutte…

Segnalo qui per le webnaute che amano anche i libri cartacei la bella rubrica LeggeRete tenuta da Stefania Zambardino, che compare sul sito della Casa Internazionale delle Donne di Roma.

LeggeRete è un invito a scoprire i nuovi testi di cui la biblioteca Archivia si sta arricchendo, presentandovi periodicamente, una bibliografia di libri ricevuti.

LeggeRete è un appunto on line di chi, come me, si lascia incuriosire da un titolo e lo evidenzia con veloci e personali annotazioni.

LeggeRete è mettere in rete un patrimonio di vecchi testi, pilastri di un sapere che ha dato valore e dà valore all’unicità degli sguardi e dei pensieri delle donne.

Qualsiasi suggerimento, sia esso commento, recensione, invito alla rilettura darà corpo alla rete di lettrici non virtuali a cui LeggeRete è destinata.

scrivere a:
Stefania.zambardino@alice.it

Bello, no? mi piacciono le recensioni in due righe. Si va al sodo – non c’è bisogno di consumare né byte né carta per dire l’essenziale!

Complimenti Stefania, e buon lavoro!

Due libri di Maria Mercè Marçal

Università delle donne e

Gruppo Soggettività lesbica

presentano

venerdì 29 febbraio 2008 ore 18.30

Spazio Unione femminile, corso di Porta Nuova 32, Milano

due libri di

Maria Mercè Marçal

pubblicati delle edizioni Tufani

il romanzo

La passione secondo Renée Vivien

la raccolta di poesie

Disgelo- Deslaç

ne parlano

Adriana Perrotta Rabissi

e

Nicoletta Buonapace

sarà presente l’’editrice

Luciana Tufani Editrice

via Ticchioni 38/1

Presentazione a Torino di un libro di Anne Hébert

Venerdì 18 gennaio 2008 – ore 18

Circolo dei Lettori – Palazzo Graneri della Rocca

via Bogino, 9 – Torino

Anne Hébert

Un vestito di luce

Tufani editrice
Presentazione a cura del Circolo Maurice e del Centro Studi e Documentazione Pensiero Femminile

ne parlano:

Margherita Giacobino e Ferdinanda Vigliani

sarà presente l’editrice Luciana Tufani

“Non dimenticherò mai questa prima paura nei suoi occhi. Gli dico che sono buono quando voglio e che lo amo alla follia, così, a prima vista, come si ama il sole che sorge al mattino. Dice che non è possibile e che sua madre l’aspetta a cena. Vuole andarsene. Gli prendo la mano.”
Miguel, adolescente figlio di immigrati spagnoli, si innamora con tutta la passione totalizzante della sua età di un danzatore che nel locale notturno parigino “Paradiso perduto” interpreta il ruolo dell’angelo caduto.
Diventato rivale in amore della madre, anch’essa attratta dallo stesso uomo, il ragazzo sarà spezzato e travolto dalla forza dei suoi sentimenti.

Un vestito di luce è l’ultimo romanzo che la maggiore autrice francofona canadese, Anne Hébert, ha scritto: breve, intenso, drammatico, un piccolo capolavoro.

L’ autrice
Anne Hébert (1916-2000) è la maggiore scrittrice canadese di lingua francese. Autrice di un gran numero di romanzi, racconti, poesie, opere teatrali, ha ottenuto la popolarità e l’apprezzamento della critica.

Libro della Libera Università delle donne

Al Circolo Arci ZENZERO, via Torti n°35, GENOVA, venerdì 11 gennaio alle ore 18,30

DONATELLA BASSANESI e ADRIANA PERROTTA RABISSI presentano il libro:
A.A V.V. “LO SNODO DELL’ORIGINE”, Milano, 2007,  Ed. LUD.
Sedici saggi di docenti della Libera Università delle Donne mostrano percorsi nel pensiero delle donne, tra politica, letteratura, mito, filosofia, storia, scienza.
Per informazione tel. 3405932767

Auguri e fotografie di “Salva con nome”

libri
Confesso che non ho molta voglia di spremermi le meningi per postare: aria di festa, meritato relax…
Però due cose le voglio scrivere. Avete letto il DWF n. 2-3 del 2007? Non è una novità, lo ammetto, ma a me è arrivato da poco, per posta, dopo che lo avevo cercato inutilmente nelle librerie genovesi. E’ dedicato alle Web women, alle donne nella rete e artefici di siti della rete. Per quanto ci riguarda come Rete Lilith c’è un bell’articolo di Simonetta De Fazi, che racconta dall’inizio la nascita della rete. Impressionante quante cose si sono fatte, e di quante cose non mi ricordavo più! C’è anche un articolo di Marzia Vaccari, “Rete ICT e politica femminista”, che non oso riassumere, perchè è molto complesso e audace nello sfidare e intrecciare insieme politica femminista e tecnologie. Leggetelo! Sempre che ci riguarda c’è il pezzo di commento critico dal punto di vista dell’usabilità e della grafica, nell’articolo di Rachele Muzio “Web Women? Wonder Women!”, al sito Lilith, come anche a molti altri siti di donne. Ironia della sorte, da poco abbiamo cominciato ad aggiornare il sito, Marta Garro e io come riserva (a proposito, lo avete notato?), senza che (almeno io) avessi letto le interessanti osservazioni di questo articolo. Beh però, ragazze, non è che ci siamo prese a spintoni per fare circolare le notizie…chi l’aveva già letto poteva fare un segnale di fumo, se non una mail…Ci torneremo sopra!

Comunque, vi perdono, e in segno di pace pubblico qui quattro fotine della presentazione di “Salva con nome” che ho avuto oggi da un gentile amico (Piero Pastorino) che ci ha fotografato a tutto spiano. Auguri a tutte e tutti!

Arci Zenzero genovaOrianaPaolaAlessandraAlessandra Mecozzi